Viaggi: Laos e Cambogia

Sì,so bene di aver detto nella mia presentazione, che a me piace fare fotografie e so anche che di foto qui non ce ne sono e che quelle che ci sono non sono assolutamente niente di che. Anzi, forse sono proprio terribili. E non è che quelle che posterò ora “sapranno” di qualcosa,beh, no. Però hanno almeno per me , la dolcezza del ricordo. per lo meno queste qui, scattate in  un viaggio davvero bello, e dolce devo dire.

Laos: i paesaggi, il verde delle risaie, i templi, i monaci che sfilano per le strade all’alba, e la gente che li guarda camminare in silenzio, in ginocchio lungo le strade, quando il caldo non è ancora soffocante,quando riesci ancora a respirare, e loro si fermano solo un istante, senza rompere la fila, per accogliere nei loro recipienti argentati, cibo. Ed i sorrisi della gente, la calma, le mani chiuse raccolte davanti al petto palmo contro palmo, solo per dirti grazie.

i templi, e la pioggia ed il fango, e la frutta ed i fiori, come questo qui,nel canale davanti all’entrata Angkor Watt…

I mercati, colorati , profumati e puzzolenti, come questo di Siem Reap in Cambogia. Mercati dove trovi qualsiasi cosa, dove scopri gusti davvero diversi, insoliti, dove fai anche fatica a respirare, o solo a guardare….qualsiasi cosa viva, la mangiano, e con gusto. Scarafaggi, cicale,crispy spiders, grilli, serpenti….lo so a voi farà schifo, e lo ha fatto anche a me.Ma poi ci si abitua ..(non li ho mangiati però!!!Sebbene sia dell’idea che quando si va in un posto si debba “provare” ed assaggiare tutto, e sperimentare e tornare a casa avendo assaggiato la cucina del posto….qui non ce l’ho fatta…Però ho guardato e visitato i mercati, e mangiato sì..ma per lo più vegetali:-). ottime le alghe fritte ed i frullati di frutta fresca.

E le piroghe…uno dei principali mezzi di trasporto, che si muovono lente o più veloci se a motore, lungo il Mekong..con cui si spostano da un paesino all’altro, o vanno a pesca…

 

piroghe che guidano tutti….

e poi i tuk tuk e i motorini, nuvole di motorini,migliaia,che si addossano gli uni agli altri, nel non rispetto di alcuna regola di precedenza (ci si butta, anche contro senso, finchè non si trova una via, finchè non si riesce a muoversi, altrimenti si rimane fermi, bloccati, quasi accozzati, come succede il sabato sera a Phnom Penh). Motorini sui quali salgono in due, tre,quattro,cinque e sui quali trasportano di tutto: per esempio 25 galline vive appese per il collo (giuro, le ho contate durante uno dei soliti ingorghi, dove non puoi fare nemmeno un metro..e stai fermo per decine di minuti e ti respiri lo smog, ma ti guardi attorno e vedi cose come gallina appese ad un motorino e tu accidenti hai la reflex….. SCARICA!!!) o oche finte:

 

 

 

 

 

 

 

 

Un bel viaggio, uno di quelli che ti lasciano la nostalgia, e questa dolcezza…in Laos la Coca Cola non è ancora arrivata…credo sia un posto incantevole e la gente sia così perchè..beh…lì la tv non c’è..le multinazionali nemmeno…è ancora intatto il Laos. Ma mi chiedo ancora per quanto potrà avere questo candore….

Annunci

4 Risposte to “Viaggi: Laos e Cambogia”

  1. TartarugaTabagista Says:

    wow….

    ( io non vedo la terza foto però)

  2. Kate Says:

    che bel viaggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: